“Le vie del gusto” a Tenuta San Sossio una serata di gusto, tradizione ed eccellenza

Grande successo per la prima tappa de “Le vie del gusto”, la kermesse itinerante ideata e organizzata dal giornale online “Il Mediano” che si è svolta a Tenuta San Sossio, a Somma Vesuviana.

Alla cena hanno preso parte illustri ospiti, in particolare, tra le istituzioni ha partecipato l’Assessore Rosalinda Perna del Comune di Somma Vesuviana, la quale ha ricordato l’importanza di tali eventi, con particolari complimenti al direttore Carmela D’Avino e all’organizzazione tutta, per l’idea di voler mettere in risalto i prodotti enogastronomici della nostra terra, attraverso percorsi fatti di gusto e cultura.
La prima tappa de “Le vie del gusto” è stata interamente pensata come momento di riflessione post lockdown, imposto dalla pandemia da covid-19. Non a caso il menù, sapientemente proposto dallo Chef di Tenuta San Sossio, Ciro Molaro, ha preso il nome di “Menu della meditazione”, per riflettere su ciò che abbiamo e stiamo ancora vivendo.

Come sempre non è mancata l’attenta analisi del Professor Carmine Cimmino, storico e studioso del vesuviano che ha così commentato: «La meditazione ci aiuta a mettere insieme i cocci, a trovare un nesso tra i frammenti, a giudicare dopo aver giudicato noi stessi. E’ un’”arte” di cui non possiamo fare a meno, soprattutto in questi tempi di pandemia, tempi di confusione e di oscurità. Il riso con zucca e castagne, che è stato proposto dalla “Tenuta San Sossio” come primo piatto, è un saporoso omaggio alla meditazione.»
Il menù proposto ha visto il susseguirsi delle seguenti portate: un aperitivo di benvenuto; come antipasto bollino colorato con spada affumicata, formaggio fresco e confettura alla pellecchiella, parmigiana di melanzana e bruschettina con pomodorino; per il primo è stato servito uno speciale risotto con zucca e castagne; la seconda portata ha previsto arista ai profumi di sottobosco. La cena si è conclusa con castagne e uno speciale dolce della casa. Inoltre, durante la cena è stato possibile anche degustare il vino Catalanesca del Monte Somma dell’azienda agricola Mosca Francesco e i pomodorini del piennolo dell’azienda Don Camillo con cui lo Chef ha preparato uno squisito primo piatto fuori programma a base di spaghetti.
Durante la serata, presentata dalla giornalista Sonia Sodano, sono stati consegnati vari riconoscimenti. I premi all’eccellenza allo Chef Ciro Molaro di Tenuta San Sossio, all’azienda agricola Mosca Francesco e all’azienda agricola Don Camillo. E’ stato, inoltre, consegnato un premio offerto da Idea Regalo di Rachele Terracciano, interamente realizzato a mano da due artigiani napoletani, come riconoscimento alla carriera al Maestro Gianni Conte, voce solista dell’Orchestra Italiana di Renzo Arbore.
La parte tecnica dell’evento è stata interamente curata da Giovanni Sodano.

Insomma, la serata a Tenuta San Sossio è stata l’occasione giusta per tornare a tavola, grazie alla ripartenza del settore della ristorazione e non solo, nel rispetto di tutte le regole di contenimento, che il momento estremamente delicato richiede.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.